Condividi

mercoledì 11 novembre 2015

Obsolescenza programmata: come ci "fregano" con prodotti con una vita predefinita


L'obsoloscenza programmata o pianificata è una vera e propria strategia dell'economia industriale che si pone l'obiettivo di definire la durata di un dato prodotto in modo da limitarne la vita utile ad un periodo prefissato. Il prodotto diventa così inservibile dopo un certo tempo, oppure diventa semplicemente obsoleto se confrontato con i modelli successivi .
Esiste anche un altro tipo di obsolescenza chiamata percepita o simbolica e la si ottiene semplicemente con la pubblicità ovvero inducendo nei consumatori la sensazione o meglio la percezione che il prodotto in loro possesso sia obsoleto.
La "vita" di un prodotto si può ottenere semplicemnte attraverso l'utilizzo di materiali di qualità inferiore o componenti facilmente deteriorabili o altre volte con l'utilizzo di sistemi elettronici creati ad hoc.
I prodotti, guarda caso, si guastano una volta scaduto l'eventuale periodo di garanzia e sono generalmente realizzati in modo tale che i costi di riparazione risultino superiori o comunque poco o per niente convenienti rispetto all'acquisto di un nuovo modello.
A volte l'obsolescenza viene messa in atto attraverso l'impossibilità di aggiornare software i quali senza aggiornamenti divengono meno produttivi o inutilizzabili.

Questi accorgimenti vengono supportati anche da campagne pubblicitarie tese a promuovere e valorizzare i nuovi modelli che, si badi bene, non sempre risultano essere più moderni dal punto di vista funzionale ma magari aventi elaborate differenze sul piano dell'apparenza finalizzate ad invogliare il consumatore a sostituire il prodotto vecchio con quello nuovo.
L'obsolescenza programmata capite bene che ha vantaggi solo per i produttori perchè obbliga il consumatore a sostituire il vecchio prodotto con quello nuovo a causa della non convenienza della riparazione.
Volete degli esempi reali? possiamo portare ad esempio le batterie degli smartphone e in particolare quelle degli iPhone che durano il tempo della garanzia e poi sono da sostituire con costi molto alti oppure, non me ne voglia la apple di cui adoro i prodotti e la vision aziendale, i software che ad un certo punto non sono più aggiornabili rendendo non più aggiornabili le app e quindi a poco a poco il prodotto perde funzionalità.
Solitamente l'evidenza maggiore si ha quando un prodotto nell'arco del suo sviluppo inizia ad essere proposto con varie opzioni di colore e di design poichè questi "trucchetti" di apparenza vengono usati quando il rpodotto ha raggiunto il livello massimo di sviluppo possibile.

Pochi vi parlano di obsolescenza ma pensate che in realtà è "nata" negli USA negli anni '20/'30 del secolo scorso e riveste un ruolo centrale nel sistema economico/produttivo capitalistico.
Quando acquistiamo facciamo attenzione... essere consumatori consapevoli vuol dire anche valutare l'obsolescenza del prodotto che stiamo acquistando!!!


Posta un commento