Condividi

martedì 6 ottobre 2015

L'EDITORIALE LUCCHESE del 06 Ottobre 2015


Buongiorno Lucca!!!

la notizia delle multe, salate, per la raccolta differenziata "fatta male" rimbalza un po' ovunque oggi e allora prendo la palla al balzo per parlarne nel modo, a mio parere, corretto.
Si chiede alle persone, ai cittadini residenti e non, a giovani e anziani, di "differenziare correttamente" i rifiuti solidi urbani.
Viviamo in un paese dove spesso da comune e comune cambiano le modalità di raccolta, giorni, colore dei recipienti preposti, colore e tipologia dei sacchetti da utilizzare in un ambito che già di per se è complesso (credo che a tutti capiti di avere un rifiuto in mano e non sapere esattamente dove vada messo) capire quale tipologia di plastica va nel multilaterale e quale nell'indifferenziato, capire se le indicazioni sulla confezione, messe dal produttore, sono valide anche nel nostro comune oppure no... un labirinto in cui spesso molti si perdono e possono essere multati...
Io che cerco sempre di "eliminare i rumori di fondo" per capire le questioni nella loro essenza (a volte ci riesco a volte meno a volte per niente...) mi sono chiesto:
ma non sarebbe molto più semplice obbligare i produttori a produrre in un certo modo affinché differenziare sia semplicissimo?
Si direte voi e si eviterebbero tanti problemi... ma siamo in Italia, siamo nell'Europa che stabilisce la lunghezza degli asparagi da mettere in vendita ma che non prevede regole ferree per i packaging o i prodotti tecnologici (ci sono leggi ma se si va a vedere in pratica è tutta teoria e poco concretezza).
Io, forse sono fin troppo fissato, mi chiedo spesso con che criterio al supermercato confezionino i panificati nella carta con la finestrella... cioè io cittadino che diamine dovrei fare per differenziarla?!? la metto tutta nella carta? tutta nell'indifferenziato? la divido tra carta e finestrella? ma soprattutto la signora di 70 anni o anche più come volete che faccia a saperlo, a capirlo, a metterlo in pratica?!?
ancora una volta, a mio parere, un sistema che scarica sui cittadini quello che molto semplicemente dovrebbe essere previsto a monte e da decenni...
La differenziata dai diciamolo che a molti non interessa farla, a chi la vuole fare fa un po' "paura" e a chi ha ricevuto verbali magari avendo operato in buona fede va un po' inc......!!!!


Simone Togneri
Posta un commento