Condividi

domenica 11 ottobre 2015

L'EDITORIALE LUCCHESE del 11 Ottobre 2015


Buongiorno e buona Domenica
La nuova Provincia ha esordito e con essa si sono viste le crepe su ogni fronte.
A sinistra l'assenza di Del Ghingaro trai Sindaci ha mostrato come il solco aperto con le comunali viareggine di questa primavera sia ancora ben lontano dal chiudersi ma anzi questa spaccatura potrà mostrare ancora sorprese dannose per la coalizione di centrosinistra ed in particolare per il PD non solo viareggino.
Nel centrodestra invece niente si muove anche se qualcuno tenta di farlo muovere: la "cacciata" dei giornalisti dalla riunione del 5 Ottobre e l'autoimposizione del convalescente Marchetti come capogruppo dopo il risultato non eccelso alle elezioni Provinciali dimostrano come lo "status quo" nel centrodestra sia fondamentalemnte immutato con l'assenza di una vera forza rinnovatrice trasfersale all'interno dell'area capace di scardinare il potere megalitico di Forza Italia o di ciò che ne resta.
Rinnovare vuol dire anche avere il coraggio di chiudere col passato e questo centrodestra non pare dare spazio a questo coraggio ma anzi la sensazione è che anche i volti nuovi siano ben allineati alla vecchia classe dirigente e si sa che chi va con lo zoppo (mi si perdoni per il paragone... non voglio offendere nessuno sia ben chiaro) impara a zoppicare con un forte incremento nelle vendite di stampelle... per gli zoppi...
Ah che bella quella coalizione di gente senza bandierine che fa politica per i cittadini e con i cittadini... sto sognando? forse... dico forse perchè un barlume di speranza, un barlume di luce io lo vedo... chissà che da qualche bel chicco non possa nascere un gran raccolto di grano nelle prossime stagioni e chissà che con quel grano non si possa "sfamare" quella voglia di onestà che ha allontanato i cittadini dalla politica... intanto buona giornata a tutti


Simone Togneri
Posta un commento