Condividi

venerdì 1 aprile 2016

Raccolta firme per "Misure urgenti per la massima tutela del domicilio e per la legittima difesa


Capezzoli (Italia dei Valori): Raccolta di firme entro il 31 maggio per la nostra proposta di legge in materia “ Misure urgenti per la massiama tutela del domicilio e per la legittima difesa ”

L'Italia dei Valori della provincia di Lucca, scrive Capezzoli, ricorda a tutti i cittadini di firmare questa proposta di legge per far in modo che poi diventi legge.
I numerosi fatti di cronaca legati alla criminalità, lo spropositato aumento di furti nelle proprietà private (case e esercizi commerciali), la penalizzazione delle vittime a vantaggio dei ladri, ci hanno indotto a depositare in Cassazione la proposta di legge d'iniziativa popolare in oggetto.
Vogliamo un aumento di pene per i ladri e , al contempo, che i derubati non subiscano ,oltre al danno, la beffa di ingiusti risarcimenti ai ladri,per essersi legittimamente difesi all'interno del proprio domicilio.

Proposta di Legge 
Art. 1
(Modifiche all'articolo 614 del codice penale)
1. All'articolo 614 del codice penale sono apportate le seguenti modifiche:
a) Al primo comma le parole “da sei mesi a tre anni” sono sostituite dalle seguenti “da uno a sei anni”.
b) Al terzo comma sono aggiunte le seguenti parole: “ Ma si procede d'ufficio se il fatto è stato commesso per eseguire un delitto perseguibile d'ufficio”.
c) Al quarto comma le parole “ da uno a cinque anni” sono sostituite dalle seguenti “da due a sette anni”
d) Dopo il quarto comma è inserito il seguente :
“Colui che ha posto in essere una condotta prevista dai commi precedenti non può chiedere il risarcimentodi qualsivoglia danno subìto in occasione della sua introduzione nei luoghi di cui al primo comma”

Art. 2 
(Modifiche all'articolo 55 del codice penale)
1. All'articolo 55 del codice penale, in fine, è aggiunto il seguente paragrafo :
“Non sussiste eccesso colposo in legittima difesa quando la condotta è diretta alla salvaguardia della propria o altrui incolumità o dei beni propri o altrui nei casi previsti dal secondo e terzo comma dell'articolo 52 del codice penale”.

Vi ricordiamo che per firmare vi potrete recare nel proprio comune di residenza, a breve allestiremo dei gazebi sul territorio

Come redazione aggiungiamo che nel Comune di Lucca la raccolta firme si svolgerà presso gli uffici della Segreteria Generale a Palazzo Santini (via Cesare Battisti) fino al 25 maggio 2016 negli orari 9-13 il lunedì, mercoledì e venerdì, e negli orari 9-13 e 15-17 il martedì e il giovedì.



Posta un commento