Condividi

venerdì 2 ottobre 2015

L'EDITORIALE LUCCHESE del 12/09/2015 di Simone Togneri


Buongiorno,
in questi giorni i temi "caldi" sembrano essere due... lo spostamento del mercato e la presenza dei migranti con tanto di labaro alla processione di Santa Croce... è solo aria fritta fatta a fette... 
Il mercato in Via dei Bacchettoni non può stare: ha ragione il comune... è una questione di normative, di sicurezza, di servizi igienici... quindi se non andava bene farlo in Piazzale Don Baroni beh ci si doveva svegliare molto prima quando c'era tempo e modo di parlarne in modo costruttivo... ora, a cose fatte, non si torna di certo indietro... così la vedo io...
I migranti in processione è solo un modo puerile dell'arcivescovo di far pressione sui cattolici affinchè accettino questa immigrazione selvaggia che concede maggiori diritti ai clandestini (i profughi sono cosa a parte) che ai cittadini italiani quindi se questi "migranti" sono cattolici vengano pure in processione se non lo sono che se ne stiano a casa (nostra non loro permettete la battuta...). Il labaro però è proprio una roba senza senso... allora facciamo il labaro di quelli coi capelli biondi o dei pelati, il labaro di chi ha origini siciliane o di bolzano, di chi ha cicatrici sul corpo...
ariua fritta fatta a fette per distogliere l'attenzione della gente dai problemi veri... quali? i partiti politici che sui temi importanti fanno fronte pressoché comune (lo abbiamo visto con la decisione sul San Luca anni fa a livello locale e col patto del nazareno a ogni livello) e sulla gestione anzi non gestione dei flussi migratori sia in fase di accesso al nostro paese sia in fase di analisi delle richieste e di successiva espulsione di chi non aveva diritto di venire qui da noi... 
Invece voglio fare i Complimenti a Celestino Marchini, Assessore del comune di Lucca, il quale dimostra ancora una volta la sua grande capacità di gestire il dissenso... ha fatto un'operazione degna di un ottimo manuale di comunicazione e marketing...
Rotonda di Porta Elisa: emergono problemi per la presenza di barriere architettoniche grazie all'intervento di un cittadino (Domenico Passalacqua) che le evidenzia sia pubblicamente che in un incontro con Marchini. L'Assessore in modo esemplare organizza con le associazioni dei diversamente abili e i media locali un sopralluogo sul posto dove assieme ai diversamente abili prende nota di tutte le barriere architettoniche presenti e accetta i suggerimenti per eventuali migliorie... il dissenso che diventa consenso... geniale... problemi in via di risoluzione coinvolgendo i diretti interessati e dando molto risalto all'evento che di per se dovrebbe essere normale... onore al merito... c'è tutto da imparare da Celestino Marchini...

Simone Togneri
Posta un commento