Condividi

lunedì 2 novembre 2015

EXPO Milano 2015: tiriamo le somme?


Il 31 Ottobre scorso si è concluso l'Expo 2015 e le cifre hanno iniziato a susseguirsi una dopo l'altra e con esse le varie interpretazioni; per alcuni un successo grazie ai 21,5 milioni di biglietti venduti, per altri una buca senza fondo per i tantissimi, troppi soldi pubblici spesi.
Dove sta la verità?
la verità forse non ce la sta raccontando ancora nessuno...
La verità forse sta nel fatto che oltre ai dati ufficiali riguardo costi e incassi c'è da considerare tutto l'indotto derivato da turismo a Milano e nel resto d'Italia, strutture recettive che hanno ospitato i non milanesi, agenzie viaggi che hanno organizzato gite, trasporti, ecc.
Fatti tutti i conti però mi chiedo se quei 13-14 miliardi di euro spesi siano riebntrati o meglio se siano stati un buon investimento...
Mi chiedo se la pezza messa sullo scandalo delle tangenti per expo ora sarà tolta e se si farà davvero luce sul "marcio" che ha accompagnato la preparazione a questo evento.
Secondo me abbiamo speso troppo e male lasciando una cattedrale nel deserto che rimarrà pressochè tale, abbiamo sperperato miliardi di denaro pubblico per non arrivare a lavori ultimati all'inaugurazione dell'expo, abbiamo perchè Milano è Italia e il sistema Lombardia, il sistema Milano tanto idolatrato in questi giorni a me ricorda anche fatti molto negativi e la dimostrazione di quanto accaduto per Expo 2015 dovrebbe far riflettere ed approfondire.
Cosa accadrà ora? niente... ci dimenticheremo di questo expo con alcuni dei soliti noti che si saranno fatti "tondi e pasciuti" e noi che avremo pagato attraverso le casse delle Stato e degli enti locali il salasso di questa spesa esageratamente sproporzionata rispetto al reale utilizzo o riutilizzo di quanto edificato... una storia all'italiana verrebbe da dire ma forse invece è una storia perfettamente allineata alla caduta etico/morale della società occidentale perché guarda caso queste "cadute" così fragorose avvengono quando al comando scende visibilmente il livello... vorrei farvi una domanda, risolta soprattutto a chi durante "mani pulite" era già interessato alla vita pubblica: la I Repubblica era peggio di tutto questo? i vari Craxi, Pomicino, De Lorenzo e compagnia bella erano più "delinquenti" di questi di ora?


Posta un commento