Condividi

mercoledì 9 dicembre 2015

Mo.Ver. s.p.a.: cantiere aperto al Marco Polo. Rifacimento di manto stradale, marciapiedi e sottoservizi

Comunicato stampa Comune di Viareggio

Oltre 1.300 metri quadri di marciapiedi interessati, 600 metri quadri di manto stradale, 22 operai impegnati, per un investimento totale stimato in circa 350mila euro. 
Questi i numeri del cantiere aperto da Mo.Ver SpA, su indicazione dell’Amministrazione comunale, nel quartiere Marco Polo: «I lavori seguono un cronoprogramma preciso e dettagliato – spiega l’assessore Alessandro Pesci – e fanno parte dell’ultima tranche degli interventi previsti per il 2015 che si concluderanno con il rifacimento tanto atteso di via Coppino». 
Il cantiere, secondo le previsioni, si chiuderà entro il 18 dicembre e porterà ad un risanamento totale: «Mentre si fanno i marciapiedi si fanno anche i sottoservizi – specifica infatti il presidente di Mo.Ver Eugenio Vassalle -: quindi si controllano le tubature di acqua, gas e luce, e di concerto con le società interessate, si interviene dove ce n’è bisogno». 
L’obiettivo è quello di un ripristino a 360 gradi, non solo del manto stradale, ma di tutte le infrastrutture ad esso collegate, non ultimo il rifacimento della segnaletica stradale. Nel dettaglio: Saranno rifatti i marciapiedi in via Maroncelli (tratto via Lepanto – via Marco Polo), in via Etruria (tratto Via Fratti – Via Maroncelli), e via Dandolo (tratto Via Fratti – Via Maroncelli).Sarà invece risanato e ripristinata la pavimentazione in asfalto in via Maroncelli, nel tratto compreso fra via Mameli e via Vittor Pisani. 
«Pur con tutte le difficoltà economiche di questa città – aggiunge ancora Pesci - stanno andando avanti una serie di lavori di riqualificazione in attesa nel cronoprogramma 2016». 
«A breve avremo in mano il nuovo contratto tra il Comune e Mo.Ver. SpA – conclude l’assessore - che riguarderà tutti i servizi alla strada, compresa come sappiamo, la pubblica illuminazione. Ci aspettano novità importanti, e un intenso programma di interventi durante tutto l’anno a venire».
Posta un commento