Condividi

giovedì 1 ottobre 2015

Lucca: LLPP 2015 zona est 14 Maggio 2015



Stasera si è svolta la prima delle 3 riunioni previste per i lavori pubblici partecipati del comune di Lucca riguardante la zona est di cui ho scelto di far parte.
La serata si è svolta in un clima per molti aspetti positivo con le indicazioni sulle criticità che si sono accentrate su alcune problematiche scolastiche, cimiteriali e sportive (limitate) e sul tema della viabilità/vivibilità della zona compresa tra Via Castracani/Via Pesciatina-Via Romana-Via di Tiglio dalla circonvallazione sino indicativamente ad Antraccoli e comprendente le varie vie di collegamento comprese entro questi confini.
Questa zona è stata gravata nel corso degli ultimi anni dalla realizzazione di varie opere a grosso impatto di traffico e in particolare: Esselunga Arancio con annesso distributore Q8, Ospedale San Luca, lavori per il sottopasso di Via Ingrillini (iniziati ma di durata reale ignota), nuova COOP di prossima costruzione, molte nuove lottizzazioni di tipo commerciale e residenziale (es. complesso dietro il Martini sulla via Romana).
E' evidente che la rete stradale non è più adeguata e vanno trovate delle soluzioni pratiche ed efficaci. In particolare i problemi evidenziati sono stati:
- ingorghi nella zona dell'Esselunga Arancio negli orari di alto traffico 
- code su Via delle Piagge all'incrocio con Via di Tiglio
- incroci pericolosi in zona Conad/Via Diaz/Via Piave
- utilizzo di vie prettamente residenziali come scorciatoie per evitare le strade principali con impatto sulla vivibilità della zona
- barriere architettoniche in Borgo Giannotti e in Via Felino Sandei
Sono stati proposti interventi che nel complesso vanno ad inserirsi e a migliorare gli interventi già previsti per la viabilità del nuovo ospedale ovvero:
- eliminazione del semaforo in Viale Castravano in prossimità del sottovaso (già prevista)
- realizzazione di una rotonda all'incrocio tra Via delle Piagge e Via di Tiglio (già prevista)
- prolungamento della pista ciclabile dall'Ospedale San Luca sino al confine comunale di Antraccoli in modo da congiungersi con le piste ciclabili del Comune di Capannori (già prevista)
- Realizzazione di una "zona 30" con sensi unici sulle vie Don Lazzari, Felino Sandei, Bongi/Fiorentini/Carignani al fine di dissuadere il traffico non residenziale da queste strade residenziali senza compromettere il corretto accesso a parcheggi e abitazioni della zona e abbattimento di barriere architettoniche e ampliamento/regolarizzazione (mia proposta che approfondirò in altro articolo)
- Realizzazione di una "zona 30" nella zona Conad-Via Diaz-Via Piave sullo spunto della zona 30 al punto precedente
- abbattimento delle barriere architettoniche in Borgo Giannotti
- realizzazione di pensiline alle fermate dell'autobus in Via di Tempagnano
- altri piccoli interventi in altre via della zona
Il quadro che è emerso è quello della possibilità di realizzare gran parte degli interventi grazie ai costi bassi che essi rappresentano e al loro possibile inserimento in un'unica proposta essendo essi in buona sostanza concernenti il miglioramento della viabilità/vivibilità della zona est implementando gli interventi già previsti per la viabilità di accesso al nuovo ospedale.
Tanti piccoli interventi che nel complesso possono generare un grosso impatto positivo sulla zona.
Voi che leggete quindi penserete che sia praticamente fatta... invece no... perché c'è un gruppo ben organizzato e arrivato ai tavoli di lavoro già con dei progetti ben chiari anche se di minor impatto e maggior costo che fa e farà forzature non guardando l'interesse generale della zona est am solo e soltanto gli interessi di due frazioni (San Cassiano a Vico e San Pietro a Vico). Il mio impegno sarà anche quello di "scardinare" questo accordo e di far valere le ragioni e gli interessi della maggior parte degli abitanti della zona est e non solo visto che intervenire sulla viabilità di questa zona è importante anche per chi a Lucca lavora o vien per motivi sanitari.
La presenza c'è, l'impegno pure, le proposte concrete e strutturate anche... mal che vada questi progetti verranno da me, e non solo, ripresentati in altra sede e la realizzazione spero possa avvenire seppur con tempistiche più lunghe e iter più macchinosi.


Lucca, 14 Maggio 2015


Simone Togneri 
Posta un commento