Condividi

giovedì 19 novembre 2015

Domani in San Romano si celebra la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza

Comunicato stampa Comune di Lucca

Il Comune di Lucca celebra domani (20 novembre) la Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con una seduta congiunta del consiglio comunale e del consiglio comunale dei ragazzi e con il conferimento della cittadinanza simbolica a bambini e giovani di diversa provenienza.

L’appuntamento è fissato per le 17 nell’auditorium di San Romano.

Nella prima parte del pomeriggio i due consigli comunali, del Comune di Lucca e dei ragazzi, riuniti assieme, svolgeranno una riflessione sul tema dei diritti dell’infanzia e il consiglio comunale consegnerà all’assise dei giovani cittadini lucchesi le due proposte di lavoro che quest’anno saranno relative alle iniziative culturali e formative. 

In particolare il consiglio comunale dei ragazzi sarà chiamato nei prossimi mesi a produrre una mappa della città. La prima opzione sarà relativa all’offerta culturale e alla accessibilità (in questo ambito i giovani cittadini si esprimeranno su grandi eventi come i Comics, il Summer Festival e altri e su eventi minori, andando a evidenziare la loro percezione generale delle manifestazioni e specifica sul tema della accessibilità). La seconda opzione invece si incentrerà sulla percezione che i giovani del consiglio hanno dell’offerta formativa cittadina.
Al termine dello scambio di consegne fra il consiglio comunale del Comune e quello dei ragazzi, si svolgerà -quest’anno per il terzo anno consecutivo- la consegna della cittadinanza simbolica a bambini e giovani i cui genitori provengono da diversi Paesi del mondo e che vivono e studiano a Lucca.
L’iniziativa, voluta fortemente dal compianto consigliere Alessandro Bertolucci al quale verrà presto intitolato un parco giochi pubblico, intende promuovere l’uguaglianza tra persone di origine internazionale e italiana che nascono, vivono, crescono, studiano e lavorano in Italia e nel comune di Lucca in particolare. Per questo il sindaco Alessandro Tambellini nei giorni scorsi ha inviato a tutte le famiglie di minori nati in Italia e residenti nel comune di Lucca, non in possesso della cittadinanza italiana, la lettera d’invito per aderire a questo momento che vuole rappresentare la vicinanza delle istituzioni e della comunità a coloro che, pur essendo parte integrante della nostra società, non ne godono il pieno riconoscimento.
Posta un commento