Condividi

lunedì 9 novembre 2015

F. Colucci: Comics d'eccellenza....ma.....



Ho riflettuto alcuni giorni prima di parlare dei Comics. Plaudo allo Staff manageriale che prepara i Comics tutto l'anno e lo mette in scena, perché è veramente eccezionale ed ha capacità importanti che lo consacrano leader del settore in Italia, con grandi spazi di crescita in Europa e nel Mondo.
Continua a funzionare male, l'organizzazione esterna, legata  alle scelte del Comune per gestire l'afflusso dei visitatori, la viabilità, i parcheggi, la gestione delle emergenze,

Una delle causa della diminuzione dei paganti è stata la solita scelta "paurosa e pseudo ugualitaria" dell'Amministrazione Tambellini, di annunciare il numero chiuso nella vendita giornaliera dei biglietti di ingresso. Una scelta stupida che ha scoraggiato la partecipazione. Non tutti possono prenotare i biglietti di ingresso mesi prima e l'aver annunciato che staccati 80.000 biglietti in quel giorno non si poteva più entrare, ha fatto perdere migliaia di arrivi dell'ultima ora perché non ci si mette in viaggio per Lucca, senza avere la certezza di poter entrare ai Comics.
All'Expo, evento molto simile e con meno spazi di una intera città, non ci sono state limitazioni nella vendita degli ingressi e per entrare nei padiglioni che avevano un numero stabilito di presenze simultanee, si aspettava in coda o si andava in altri stand o si passeggiava in giro e farlo, per Lucca, sarebbe stato piacevole, con ricadute economiche, anch'esse quest'anno in calo.
I Comics sono l'evento di eccellenza nell'anno, il più importante della città, l'unico a livello mondiale e va affrontato sapendo che saremo, per pochi giorni in un anno, in una situazione eccezionale, che necessità di una "mentalità" aperta e non burocratica. Questo vuol dire che non si massacrano i visitatori con centinaia e centinaia di multe giornaliere per auto parcheggiate male o sui marciapiedi della circonvallazione: le auto si devono multare e anche prelevare col carro-attrezzi solo se intralciano la circolazione o la sicurezza. Una tassa fissa per multe che si aggiunge ai biglietti e al soggiorno, scoraggia i visitatori dell'anno dopo, quando si sa bene che parcheggi regolari, per tutti, non ci sono e che il parcheggio abusivo è una necessità reale.
I parcheggi scambiatori poi devono avere un servizio di bus capienti e portare i visitatori vicino alla circonvallazione, con percorsi riservati alle navette. Disdicevole fare code per pagare il parcheggio, che potrebbe benissimo essere pagato all'uscita, code per salire su navette microscopiche, code sul percorso della navetta, code alle biglietterie, code per entrare agli Stand.  In alcuni grandi parcheggi scambiatori, come il Polo Fiere, dovrebbero essere messe Biglietterie Comics e attrezzate a parcheggi con navette altre zone periferiche artigianali allontanando le auto dalla circonvallazione.

francesco colucci
per il Blog: Lucca, Puccini e sono solo.....
Posta un commento