Condividi

giovedì 5 novembre 2015

Capannori: Il progetto di educazione alla memoria realizzato nelle scuole diventa modello a livello nazionale


Diventa un modello da imitare l’educazione alla memoria promossa nelle scuole dal Comune di Capannori con il progetto “La Via della memoria”. 
'Libertà e Giustizia', l'associazione nazionale da sempre attiva nella diffusione della cultura costituzionale in primo luogo presso le giovani generazioni, promuoverà nelle scuole italiane, quale buon esempio di comunicazione della storia della seconda guerra mondiale e della Resistenza e dei principi che animano la nostra Costituzione, il documentario 'Art. 139', realizzato da alcune classi delle scuole secondarie di primo grado di Camigliano e di Capannori, scritto da Emmanuel Pesi e diretto da Pier Dario Marzi.
“Si tratta di un importate riconoscimento per gli studenti, gli insegnanti e gli esperti che si sono impegnanti in questo lavoro - afferma la vice sindaco, Lara Pizza -. Per noi è motivo di orgoglio essere presi a modello a livello nazionale per un progetto che ha alla base la trasmissione di valori fondamentali come la libertà, la democrazia e  la pace. 'La Via della Memoria" è un progetto a cui crediamo molto, perché, oltre a far conoscere i luoghi della memoria del nostro territorio, propone un'educazione attiva alla memoria, nella quale le ragazze e i ragazzi siano  protagonisti  della loro educazione, ed associa al rigore scientifico l’utilizzo di una pluralità di linguaggi narrativi molto efficace. Ringrazio 'Libertà e Giustizia' per aver scelto di promuovere questo documentario,  insieme alle scuole che hanno partecipato al progetto, al Cineforum Ezechiele e alla'ssociazione Scuola Ti Voglio bene Comune che hanno realizzato insieme all’Amministrazione Comunale questo documentario”.

Secondo Alberto Vannucci, docente di Scienza Politica all’Università di Pisa e presidente di 'Libertà e Giustizia': “I ragazzi, i docenti e i responsabili scientifici del progetto hanno fatto un lavoro straordinario, che merita di essere conosciuto e valorizzato. Si tratta di un modello di formazione civile delle nuove generazioni da replicare, per la sua capacità di riannodare il filo della memoria – spesso dolorosa – della Resistenza all’oppressione nazifascista con i valori universali sanciti dalla nostra Costituzione".

“Nel documentario – dicono Pier Dario Marzi ed Emmanuel Pesi – le ragazze e i ragazzi legano i fatti e le storie racchiuse nei luoghi della memoria del nostro territorio agli articoli della Costituzione. Un’idea nata seguendo l'invito rivolto nel 1955 da Piero Calamandrei agli studenti ad andare nei luoghi dove è nata la nostra Costituzione”.

Il documentario 'Art 139' incentrato sui luoghi della Memoria del territorio di Capannori  e sulla Costituzione sarà  portato ad esempio  da 'Libertà e Giustizia' nelle scuole  italiane per promuovere iniziative simili finalizzate a mantenere viva la memoria sul periodo della seconda guerra mondiale.



Posta un commento