Condividi

lunedì 14 dicembre 2015

Democrazia: quest'imperfetto sistema che ha bisogno di consapevolezza


Se vi fosse il minimo dubbio che io non veda nel sistema democratico il miglior sistema di Governo possibile è bene fugarlo subito.
La mia attenzione in queste settimane si è posata su un ricordo di circa quindici anni fa, ricordo di una chiaccherata con un amico allora consigliere in un comune della lucchesia e fu proprio con lui che affrontai il tema dei limiti della democrazia.
La grande vittoria della democrazia è stata quella di dare ad ogni individuo la possibilità di esprimere la propria preferenza politica in modo eguale a tutti gli altri cittadini e in modo segreto: bellissimo ma... iniquo...
Già iniquo perchè non tutti hanno lo stesso grado di partecipazione alla vita pubblica, la stessa consapevolezza e non tutti mettono lo stesso impegno nel cercare di fare scelte pensate e quindi consapevoli... pensate un pò al solo fatto che il voto, ad esempio, di persone impegnate in campo sociale da decenni valga quanto quello di chi vota solo perchè "deve" ma senza guardare dove vota oppure va direttamente al mare senza votare... è un'assurdità se ci pensate... ma ogni sistema di valutazione che si possa creare creerebbe a sua volta troppa iniquità di giudizio su quanto il voto espresso da questa o quella persona valga rispetto ad un'altra...
ecco allora che l'unica soluzione è cercare di insinuare consapevolezza nelle persone, cercare di dare informazione corretta, cercare di spiegare le cose così come riusciamo e come sappiamo, soprattutto quelle che conosciamo meglio e non importa se si è in disaccordo con altri altrettanto preparati su certi argomenti perchè la diversità di pensiero è una ricchezza inestimabile per l'evoluzione del pensiero umano stesso!!!
Dove non c'è confronto non ci può essere evoluzione!!!
Capite ora perchè dico che la democrazia, così come la applichiamo noi, è il migliore dei sistemi imperfetti? perchè con tutti i suoi limiti ci consente di confrontarci e quindi di evolvere, se lo vogliamo, il nostro pensiero.
Tutti ne abbiamo la responsabilità e quindi tutti dobbiamo, ogni giorno, diventare più consapevoli vuoi che la nostra consapevolezza ci porti a destra, al centro oppure a sinistra l'importante non è questo ma che a portarci sia il pensiero, anche critico perchè no, ma mai la massa, mai l'insistenza dei media, mai la nostra pigrizia nel non cercare risposte esaustive alle nostre domande!!!
e allora, da oggi, stiamo magari più "attenti" per rendere quest'imperfetta democrazia un pochino meno imperfetta...



Posta un commento